Senza categoria

Cose buone e cose belle…柚子

Qualche giorno fa sono andata a Milano con un amica, a parte le peripezie per arrivarci perché il suo navigatore non ci voleva portare, alla fine siamo arrivate sane e salve da Iginio Massari, lui non c’era ovviamente ma io ho scoperto e mi sono innamorata dei suoi macarons allo Yuzu, dolci e aspri allo stesso tempo, come l’unione di due anime…

È stata una cosa meravigliosa!

Sapete cos’è lo Yuzu?

No?!?! Ok ve lo racconto io…

Citrus junos Siebold ex Tanaka in giapponese ユズ, 柚, 柚子 (yuzu) è un albero da frutto distribuito nell’Asia orientale del genere Citrus.

Dicono sia un ibrido tra il mandarino e il papeda.

Il frutto è molto aromatico, il diametro è solitamente compreso tra 5,5 e 7,5 centimetri, ma possono arrivare anche a 10 centimetri.

Si pensa sia nato in Cina o in Tibet più di duemila anni fa e poi trapiantato in Giappone dove ora viene coltivato intensivamente, specialmente sull’isola di Shikoku. La pianta è molto robusta, predilige la vicinanza a corsi d’acqua e può sopportare temperature molto rigide. I suoi frutti, che raggiungono piena maturazione da ottobre a dicembre inoltrato, hanno una buccia irregolare di colore giallo tendente al verde.

È stato introdotto durante la dinastia Tang in Corea e Giappone, nei quali viene coltivato più estensivamente.

Le proprietà benefiche dello yuzu sono tantissime. È infatti un potente antiossidante, ricco di vitamina C e polifenoli. Un vero e proprio alleato per la nostra salute, soprattutto in inverno per prevenire influenza e raffreddore. I suoi olii essenziali in oriente vengono anche molto utilizzati per l’aromaterapia ma anche per preparare creme e maschere per il corpo.

È un frutto che grazie alle particolari proprietà organolettiche e al suo caratteristico sapore viene molto utilizzato in cucina, soprattutto in quelle giapponese, coreana e occidentale.

Per via della sua forte acidità, difficilmente viene mangiato come frutto fresco ma grazie al suo intenso profumo, lo yuzu viene utilizzato in molte ricette, non soltanto in Giappone. In Europa infatti lo ritroviamo soprattutto in pasticceria per insaporire macarons, pasta frolla o per bagnare il pan di spagna.

In alcuni Paesi asiatici lo yuzu è comunemente usato come ingrediente nelle merendine e negli snack confezionati.

Lo yuzu è anche ottimo per la preparazione di tè, vini, liquori e cocktail estivi o come ingrediente base e addensante di confetture e marmellate.

Nelle preparazioni salate lo yuzu può esser spruzzato sopra gustose insalate oppure utilizzato nella preparazione della maionese. La sua buccia può esser grattata sopra il pesce o sopra i frutti di mare, magari aromatizzando del burro. Si può trovare anche all’interno del Ramen o come accompagnamento di sushi e sashimi.

6 pensieri riguardo “Cose buone e cose belle…柚子

  1. Un agrume che non conoscevo.
    Ad ogni modo a Milano a dicembre, in un locale mia moglie ha avuto l’occasione di assaggiare i macarons di Iginio Massari, anche se (le ho appena chiesto) non si ricorda se erano allo yuzu oppure no.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...